Il Comune cancella la festa di Piedigrotta

Niente Piedigrotta per quest’anno. Il Comune dimentica la festa più importante della città. Nonostante l’annuncio dell’ex assessore alla Cultura, Graziella Pagano, nessun progetto è stato presentato per accedere ai finanziamenti europei messi a disposizione dalla Regione (il bando scadeva a maggio). «Sono dispiaciuto», commenta l’ex presidente dell’Ept, Dario Scalabrini. Sua l’iniziativa di riportare in auge la festa dopo anni di silenzio nel 2007. Ha riportato carri e canzoni, ma anche eventi straordinari come il concerto di Elton John. Le sue iniziative hanno creato polemiche, ma una innegabile eco internazionale. Basti pensare al film “Passione” di John Turturro, girato durante la festa, e presentato al Festival di Venezia lo scorso anno. Ma, anche se la responsabilità di questa défaillance è evidentemente della precedente amministrazione, l’attuale assessore comunale alla Cultura evidenzia che «la festa non è tra le priorità del Comune». «In cassa – dice Antonella Di Nocera – non ci sono soldi». Tuttavia, la prospettiva di Palazzo San Giacomo non è quella di riprendere il corso riaperto da Scalabrini: quella di una festa popolare e internazionale, così come è stata nei tempi della belle époque. «Non sono d’accordo con le imposizioni dall’alto. La festa di Piedigrotta appartiene alla città, non è possibile affidare la realizzazione dei carri ad una ditta con un bando di concorso – afferma l’assessore – Se ci sarà la possibilità sosterremo in futuro le iniziative della gente». «La Piedigrotta non è né di Caldoro né di De Magistris – replica Scalabrini – Avrei capito se avessero rivoluzionato, stravolto, l’organizzazione della festa. Ma cancellarla mi pare un errore gravissimo in termini manageriali. Così si buttano al vento gli sforzi fatti in quattro anni, una incredibile operazione di marketing. Ma questa città è fatta così, c’è una tendenza a distruggere continuamente quello che si è costruito – dice l’ex presidente dell’Ept -. E, poi, non c’è il senso dell’importanza degli eventi. Pensiamo a San Gennaro, oltre alla festa religiosa non c’è niente. Guardiamo cosa succede a Milano durante durante i festeggiamenti per Sant’Amborgio. Per fortuna a Napoli l’11 settembre un evento importante ci sarà, anche se non riguarda la Piedigrotta, ed è il concerto di George Michael, che abbiamo organizzato all’Acciaieria sonora».
Insomma, quest’anno Piedigrotta non sarà la festa della città, sarà la festa della Madonna, del quartiere, dei pescatori di Mergellina. Sarà preservato il valore religioso della ricorrenza, ma non quello tradizionale di un evento, da sempre, caratterizzato dalla incredibile commistione tra sacro e profano. Ad attirare l’attenzione dei cittadini ci saranno certamente le iniziative del cardinale. Oggi alle 20,30 l’arcivescovo sarà a Mergellina dove, su una barca opportunamente allestita, celebrerà la Messa dei Pescatori in onore della Madonna di Piedigrotta, la cui immagine sacra arriverà dal mare in processione (a partire dalle ore 19), accompagnata e accolta da canti e preghiere della tradizione mariana e devozione marinara. Con la celebrazione eucaristica presieduta da Sepe, hanno inizio i solenni  festeggiamenti che si concluderanno il 12 settembre, nella Basilica di Piedigrotta.
* da “il Giornale di Napoli”, pag.6, nel “Roma” del 3 settembre 2011
Annunci

Una risposta a “Il Comune cancella la festa di Piedigrotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...